Torna su

 

 

 

 

L’email è ancora efficace e attuale

1 gennaio 2019
di lettura

L’email continua ad essere il mezzo più diretto, personalizzato e utilizzato nel mondo del business.

L'utente passa dall’e-mail, ai social, ai blog, ricercando informazioni interessanti tramite il supporto a lui più congeniale in quel determinato momento. Considera il sito, la pagina Facebook, l’email newsletter, il video e la campagna di un’azienda, un tutt’uno.

In questo scenario “omni-channel" l’email è il collante che tiene insieme gli altri canali del marketing, l’ancora che tutti i canali utilizzano e che piace al consumatore per la sua immediatezza. Funziona bene anche su mobile, fidelizza e costa poco.

Consente di profilare e sviluppare relazioni, è utile per promuovere uno Speciale (White paper) realizzato per il sito, o un evento, per creare traffico nei punti vendita, per segnalare un video, un webinar...

Secondo una ricerca MarketingSherpa, il "72% degli intervistati preferisce ricevere contenuti promozionali tramite email, rispetto a un 17% che preferisce i social media". Un’indagine Hubspot rivela che l’83% degli intervistati preferisce comunicare tramite email per questioni legate al business.

Email nel mondo del business

Il primato dell’email sui social e blog

Secondo una terza indagine gli operatori del marketing B2C utilizzano i tre principali canali per veicolare e promuovere contenuti in questo modo:

  • Piattaforme social media (89%)
  • Email (86%)
  • Blogs (70%)

Il canale più efficace è l’email (72%), seguita dai social media (61%) e dai blog (47%).

I professionisti del marketing B2B attivano i canali con modalità leggermente diverse:

  • Email (93%)
  • Social media platforms (92%)
  • Blogs (79%)

e considerano l’email lo strumento più efficace (74%), seguita dai blog (45%) e dai  social media (40%).

Timing

Il momento in cui condividi un contenuto (quando) è importante tanto quanto cosa e dove. Gli utenti internet sono interessati e attratti da argomenti diversi a seconda dell’ora del giorno. Recenti ricerche suggeriscono che email che trattano di servizi finanziari hanno le migliori performance di lettura tra le 14 e le 15, mentre i contenuti promozionali raggiungono il top nelle prime ore del mattino (prima che la gente si rechi al lavoro) .

Per quanto riguarda la frequenza di invio delle email, il CTR è più alto e il tasso di disiscrizione più basso, inviando 1-4 email al mese. Detto ciò, il modo migliore per determinare il giorno e l’ora di invio della tua e-mail è tracciare sempre tutti gli invii per poter analizzare le abitudini specifiche della tua audience.

Consigli operativi

Per ottenere testi coinvolgenti, immaginati di avere un cliente di fronte e scrivi come se gli stessi parlando e lo conoscessi di persona, usando il giusto tone of voice.

  • Invia informazioni pertinenti a persone interessate; cerca di condurre delle conversazioni
  • Non essere autoreferenziale e non cercare solo di imporre i tuoi prodotti - servizi (punta a educare il consumatore all’acquisto)
  • Prima di inviare una email chiediti: "Aiuto a risolvere un problema?  Faccio risparmiare tempo o soldi? Diverto - intrattengo?
  • Focalizzati su un solo obiettivo per ogni email: non disorienterai l’utente con troppi messaggi e la call to action risulterà più chiara
  • Cerca sempre l’equilibrio tra immagini e testo (la densità del testo va considerata in ottica responsive)
  • Non servire mai lo stesso “piatto” due volte.
L'evento - 9 luglio
Strumenti di Direct Marketing
Strumenti di Direct Marketing: Newsletter e DEM

Stabilire una comunicazione personalizzata con i clienti, fidelizzarli, convincerli a visitare il proprio sito o a effettuare un acquisto, far crescere i contatti e i risultati sono le principali finalità del Direct Marketing.