Torna su

 

 

 

 

Export Digitale, guida per l’uso

16 aprile 2019
di lettura

Con il termine internazionalizzazione si intende il processo che porta al superamento dei confini nazionali in cerca di nuove opportunità. 

Un’azienda che intende approcciare un mercato internazionale deve innanzitutto confrontarsi con una serie di barriere quali cultura, lingua, economia, legislazione, sistema economico e istituzionale. Il superamento di queste barriere può comportare costi notevoli e tempi lunghi, soprattutto se non si affronta con una strategia che abbia come obiettivo generale di una redditività a lungo termine.

Partire senza avere un’idea precisa di quali siano le azioni da svolgere può mettere in difficoltà anche l’Export Manager e il Communication Manager più esperto. È importante che queste figure collaborino nella scelta dell’approccio comunicativo e bisogna discutere dei prodotti o dei servizi che si è intenzionati a esportare.

Il web marketing e in particolare i Social Media supportano il passaggio fondamentale di analisi della brand awareness. Solo in seguito risulta possibile identificare la strategia giusta e i passaggi da compiere: determinare una strategia di comunicazione per l’approccio ai mercati internazionali è un processo delicato tanto quanto l’internazionalizzazione stessa.

Importante definire con anticipo i canali, perché se da un lato Facebook è il social network più diffuso al mondo, dall’altro non significa che sia presente in tutti i Paesi o utilizzato come in occidente. Definire il proprio target per genere ed età è limitativo, gli strumenti di web marketing, i Social Media e il Web Advertising permettono la selezione di target estremamente definiti, su base demografica, geografica, e soprattutto in relazione agli interessi o alle ricerche effettuate.

Da questa analisi ne consegue il posizionamento del proprio prodotto/servizio/brand e la creazione di tutti i contenuti per quel mercato. La mera traduzione dei contenuti porta certamente ad uno spreco di tempo e di denaro. Il mio suggerimento è sempre di affidarsi a copywriter locali, a cui assegnare un brief dettagliato, che permetta loro di sviluppare una campagna sulla base della cultura di quel Paese.

Nonostante il web funzioni in tempo reale, sia misurabile in tempo reale, e vi si possa interagire in tempo reale, non significa che anche i risultati arrivino in tempo reale. Come qualsiasi campagna di comunicazione, anche quella divulgata attraverso i canali web necessita di tempo per portare risultati.

Pianificare una campagna di almeno un anno e misurare le reazioni, così da correggere in base al trend durante il percorso. Certo è che definire un budget iniziale permette a chi se ne dovrà occupare di scegliere i canali migliori anche in base alla disponibilità economica, identificare il mix comunicativo necessario a ottenere i risultati prefissati.