Torna su

 

 

 

 

Ambito: Social Media

I social media leader nei principali mercati

1 marzo 2019
di lettura

I social media sono protagonisti della vita quotidiana della maggioranza delle persone nel mondo e quindi sono diventati un canale imprescindibile per la comunicazione delle imprese.

I social network sono nati inizialmente per consentire alle persone di restare in contatto e di scambiarsi opinioni e informazioni. Negli anni però si sono evoluti. Hanno acquisito caratteristiche commerciali e sono diventati canali privilegiati per parlare direttamente con i propri clienti.

Oggi rappresentano per le aziende uno strumento fondamentale di comunicazione bidirezionale. Infatti, l’azienda che promuove i propri prodotti o servizi, acquisisce anche informazioni sul pubblico, imparando a capire quali aspettative e bisogni dei clienti è necessario soddisfare.

Secondo il Global Digital Report 2018 pubblicato da We Are Social, emerge un dato molto significativo: il numero di utenti connessi a Internet nel mondo ha superato i 4 miliardi di persone, più della metà della popolazione mondiale.

Facebook

Facebook è il social più popolare in Italia e quello preferito in ben 152 dei 167 Paesi presi in considerazione dal Global Digital Report 2018: consente di raggiungere tanti e diversi target di persone.

L’età media dell’utente è intorno ai 40 anni, con una presenza importante di persone con un’età maggiore di 46 anni. Su Facebook si può creare una pagina aziendale su cui pubblicare immagini, video e contenuti per raccontare le novità ai clienti, creare con loro un rapporto più stretto e personale, fino a utilizzarla per effettuare il customer care.

Le aziende inoltre possono vendere i loro prodotti direttamente sul social, con la vetrina gratuita che Facebook offre tra la sue funzionalità. Il programma di advertising a pagamento targettizzato per genere, età, geolocalizzazione e gusti degli utenti, permette di far crescere i follower o di inviare traffico al proprio sito.

Instagram

Instagram nasce come app per lo smartphone per condividere immagini delle proprie attività e passioni. È il social che è cresciuto di più fino a conquistare 800 milioni di utenti mensili nel mondo ed è quello con il pubblico più giovane (età media 25 anni). Per avere successo su Instagram servono belle foto e video accattivanti.

È il social giusto per promuovere attività relative al mondo della moda, del design, del beauty, del food o del turismo, dove le immagini sono importanti. Su Instagram si può creare un account aziendale con il link al sito di riferimento e si possono taggare i prodotti sulle immagini dopo aver sincronizzato il proprio account con il catalogo prodotti di Facebook. Gli utenti potranno così acquistare i prodotti taggati a cui sono interessati.

VK

VKontakte è il social network più popolare in Russia, Ucraina, Bielorussia e Kazakistan. È bilingue, in inglese e russo. Ha un pubblico di utenti adulto, per la maggioranza oltre i 25 anni, prevalentemente russo. Somiglia a Facebook per la grafica e possiede le stesse funzioni di base. La differenza più significativa è nell’uso del pulsante “Mi piace” che serve per salvare contenuti in una sezione privata e non per esprimere apprezzamento. I contenuti di VK possono essere condivisi in automatico anche su Facebook e Twitter, sincronizzando i profili.

VK è un ottimo strumento per le aziende che intendono promuovere i propri prodotti. Dopo aver creato una pagina pubblica si può promuovere la propria attività con pubblicità e marketing mirati oppure coinvolgere i potenziali clienti con una strategia di contenuti, notizie, informazioni, lanci di prodotti, dimostrazioni, video ecc. VK è anche molto usato per i giochi e l’intrattenimento, cosa che va tenuta presente quando si pubblicano contenuti, che devono essere divertenti e interattivi.

Line

Line nasce come applicazione di messaggistica istantanea per smartphone, tablet e computer. Consente di scambiare messaggi, immagini, video e audio, di effettuare telefonate e videoconferenze. Lanciata in Giappone nel 2011 è diventata il social network più usato in quel paese, con oltre 70 milioni di utenti al mese, circa il 55% della popolazione totale (Line ha anche altri 100 milioni di utenti in Indonesia, Taiwan e Thailandia).

Gli over 40 costituiscono circa il 45% della base di utenti Line. Line sta sviluppando una sezione per lo scambio di criptovalute oltre a una varietà di nuovi servizi finanziari, allo scopo di modificare e far crescere il suo modello di business, attualmente basato principalmente sull’acquisto diretto dall’applicazione di pacchetti emoji, animazioni, sticker animati, videogames, musica streaming e da una sorta di Uber.

Si può effettuare il login all’app con le credenziali di Facebook oppure creando un account basato sul proprio numero di telefono. La app di base offre solo la messaggistica istantanea, ma se si vuole accedere a ulteriori servizi si dovranno scaricare le app del Line store. Gli account verificati permettono ai brand e alle aziende di inviare pubblicità agli utenti che seguono un determinato account e che concedono l'autorizzazione a essere contattati con offerte personalizzate.

Il 30% del fatturato di Line deriva dalle inserzioni pubblicitarie vendute direttamente sulla piattaforma. Inoltre, Line ha un sistema di pagamento mobile di sua proprietà, Line Pay, con oltre 40 milioni di utenti registrati.

We chat

WeChat è la piattaforma social della società cinese Tencent. Aggrega molte delle funzionalità che in Occidente sono presenti su social e app differenti. Ha raggiunto da poco 1 miliardo di account registrati ed è l’app più utilizzata dai cinesi nel mondo, con circa 100 milioni di utenti attivi fuori dalla Cina.

WeChat nasce come sistema di instant messaging con le stesse funzionalità di Whatsapp, ma come Facebook e Instagram ha una pagina su cui si possono vedere i post pubblicati dagli amici e dalle pagine seguite. WeChat ha un sistema di pagamento, WeChat Pay, con cui gli utenti possono acquistare prodotti e servizi direttamente dall’applicazione, utilizzata anche dai cinesi che vivono nei paesi occidentali e dai turisti. Perciò, molti paesi occidentali, Italia compresa, stanno iniziando ad abilitare pagamenti tramite WeChat Pay.

Ad ogni account WeChat è associato un QR code che permette di connettersi con amici, attività commerciali e brand. Le aziende possono aprire un proprio account ufficiale tramite il quale promuovere prodotti, rivolgendosi a un target mirato, con un tipo di comunicazione one-to-one: le aziende infatti possono comunicare individualmente con ciascun follower, inviandogli promozioni targettizzate e conseguendo ottimi risultati.