Torna su

 

 

 

 

Ambito: Social Media

LinkedIn: cosa insegna e come utilizzarlo

14 gennaio 2019
di lettura

LinkedIn, strumento di comunicazione efficace in ambito professionale per se stessi e la propria impresa.

Il modo migliore di intraprendere una strategia di comunicazione efficace è comprendere le esigenze del pubblico in ascolto e il medium all'interno del quale si opera. Occorre una buona dose di adattamento al contesto e la piattaforma stessa, oltre al pubblico, definisce il modo di comunicare.

LinkedIn è il medium che per sua natura si presta al meglio alla comunicazione B2B. Nasce con l'obiettivo di favorire i contatti professionali. Gli utenti si profilano all'interno di LinkedIn sulla base delle proprie competenze e esperienze professionali e la diffusione dei contenuti dipende da questo.

Come nasce LinkedIn

LinkedIn è un vero e proprio esempio di successo pianificato a tavolino e con approccio "tradizionale". Nasce negli Stati Uniti nel 2003 da un'idea di Reid Hoffman e un piccolo gruppo di imprenditori, che stabiliscono la sede a Palo Alto in California. LinkedIn nasce dopo quasi 10 anni che Hoffman si occupa di reti sociali e tecnologia e a differenza di Facebook nasce con un obiettivo preciso: una piattaforma dedicata ai professionisti per incontrarsi, condividere i loro curricula e i progetti.

Il segreto è rispondere a un'esigenza

LinkedIn ci insegna che la chiave del successo si nasconde nella capacità di intercettare un'esigenza specifica.

Il successo di LinkedIn risiede infatti nella sua utilità ed è stato questo ad averne favorito molto presto la diffusione tramite passaparola. LinkedIn è stato in grado di affermarsi quale punto di contatto ottimale tra domanda e offerta in ambito lavorativo, per poi evolversi come strumento di pubblicazione e nelle sue ultime fasi di social selling.

Un ottimo strumento per comunicare la propria impresa

Per comprendere al meglio cosa e come comunicare su LinkedIn bisogna soffermarsi prima di tutto sulle persone che lo utilizzano ogni giorno.

LinkedIn viene usato prevalentemente per:

  • Pubblicare e aggiornare il proprio CV
  • Trovare candidati per un posto di lavoro
  • Accedere e interagire con i contenuti editoriali di proprio interesse
  • Qualificarsi rispetto ai propri pubblici di riferimento
  • Pubblicare inserzioni pubblicitarie o raggiungere nuove reti di professionisti
  • Creare nuove reti professionali

In LinkedIn si entra quindi in contatto con professionisti profilati per competenze, percorso di studi, ruolo e anzianità aziendale e gruppi di interesse.

Ne deriva che il suo utilizzo è efficace per qualificarsi in relazione al proprio ambito professionale e nel farlo si avrà visibilità verso i propri colleghi, i clienti e i potenziali.

Tenendo presente questo ne deriva che LinkedIn è particolarmente efficace in termini di applicazione di un piano editoriale e si presta per sua natura a comunicare

  • Come si vive all'interno della propria realtà aziendale
  • Cosa si apporta in termini di innovazione
  • Cosa si offre di unico
  • Se si adotta un approccio sostenibile e in che modo
  • In che modo l'impegno dei propri dipendenti è valorizzato

Il modo migliore di comunicare su LinkedIn è attraverso il proprio profilo personale e i profili dei propri dipendenti. I contenuti a cura delle persone abbattono infatti le barriere, arrivando in maniera più immediata al lettore.

In sintesi, LinkedIn è la piattaforma social B2B per eccellenza e si presta per sua natura a una comunicazione finalizzata al racconto delle attività connesse al nostro ambito lavorativo. Il modo migliore di comunicare per le aziende è attraverso le persone: dai dipendenti, agli interlocutori nelle attività di tutti i giorni, ai clienti.