Torna su

 

 

Digita il paese, il settore, il prodotto o l'argomento di tuo interesse per trovare aggiornamenti sul mondo dell'export digitale, informazioni relative ai principali marketplace, dati di mercato ed eventi.

 

 

Bando qualità dell'aria

Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e Comune di Milano hanno individuato nel tema della "Qualità dell'Aria" una missione di grande rilevanza economica, sociale e ambientale, e particolarmente adatta a guidare sul territorio un processo di sviluppo e adozione di innovazione.

Con questo obiettivo è stata quindi approvata l'iniziativa "Qualità dell'Aria: adozione e sviluppo di innovazioni per il miglioramento della qualità dell'aria", che attraverso un bando per contributi a fondo perduto mette a disposizione fondi destinati a progetti per:

  • Misura 1 del bando: agevolare l'adozione di soluzioni in grado di controllare, ridurre o assorbire le emissioni inquinanti nell'aria, basate anche sull'utilizzo di tecnologie digitali;
  • Misura 2 del bando: sostenere lo sviluppo e l'offerta sul mercato di soluzioni per il controllo, la riduzione o l'assorbimento degli inquinanti emessi o presenti nell'aria, anche attraverso tecnologie digitali. 

Sono ammessi anche progetti di innovazione sociale o di responsabilità sociale di impresa coerenti con gli obiettivi delle due misure.

Stanziamento

€ 400.000,00, stanziati interamente da Camera di Commercio e ripartiti tra le due misure come segue:

  • La Misura 1 è finanziata con € 200.000,00, di cui 100.000,00 dedicati alle micro imprese.
  • La Misura 2 è finanziata con € 200.000,00.
     

A chi è rivolto

Possono beneficiare le micro piccole e medie imprese (MPMI) di tutti i settori economici, aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Milano – Monza e Brianza – Lodi.

Obiettivi

MISURA 1: agevolare l'adozione di soluzioni in grado di controllare, ridurre o assorbire le emissioni inquinanti nell'aria, basati anche sull'utilizzo di tecnologie digitali.
Sono ammesse a partecipare a questa misura le micro, piccole e medie imprese operanti in qualsiasi settore, che presentino progetti per l'adozione di prodotti, modelli di business e servizi innovativi finalizzati al controllo, la riduzione o l'assorbimento delle emissioni inquinanti oltre i limiti di legge, all'interno e all'esterno della sede dell'impresa. Sono ammessi anche progetti di innovazione sociale o di responsabilità sociale di impresa coerenti con l'obiettivo della misura.

Ambiti di applicazione:
Le iniziative ammissibili sono raggruppate in tre ambiti di applicazione, descritti nel testo del bando:

  1. Mobilità;
  2. Energia ed Edifici;
  3. Agricoltura.

MISURA 2: Sostenere lo sviluppo e l'offerta sul mercato di soluzioni per il controllo, la riduzione o l'assorbimento degli inquinanti emessi o presenti nell'aria, anche attraverso tecnologie digitali.

Sono ammesse a partecipare a questa misura le micro, piccole e medie imprese che presentino progetti per lo sviluppo sperimentale, la dimostrazione o la prima produzione di innovazioni (TRL dal 5 al 9), anche sociali, finalizzate alla diminuzione dell'inquinamento atmosferico attraverso il controllo, la riduzione o il trattamento delle emissioni inquinanti.
Le imprese beneficiarie di questa misura potranno essere valutate anche in vista di una possibile sperimentazione della loro soluzione in spazi pubblici della città di Milano o di altri Comuni del territorio della Camera di commercio.

I nuovi prodotti/servizi dovranno proporre soluzioni innovative e responsabili, intese anche come modelli di business, applicabili in almeno uno dei seguenti ambiti, descritti nel testo del bando:

  1. Mobilità;
  2. Energia ed Edifici;
  3. Agricoltura.
  4. Dati.

Spese ammissibili

  • Beni e servizi strumentali alla realizzazione del progetto, tra cui investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici per utilizzo attinente alla progettualità presentata;
  • servizi di ricerca e sviluppo, servizi analitici, spese per l'accesso a laboratori di enti di ricerca;
  • servizi e tecnologie per l'ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto;
  • spese per la tutela della proprietà industriale;
  • servizi di formazione necessari all'adozione dei progetti;
  • spese del personale dell'azienda solo se espressamente dedicato al progetto (a forfait, fino a un massimo del 60% della somma delle voci di spesa dalla a. alla e.);
  • servizi di consulenza necessari all'adozione o allo sviluppo delle soluzioni (fino a un massimo del 50% della somma delle voci di spesa dalla a. alla e.).

Caratteristiche del contributo

L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto con le seguenti caratteristiche:

 Contributo ConcedibileMinimo InvestimentoMassimo Contributo
MISURA 160%€ 12.000€ 20.000
MISURA 260%€ 20.000€ 50.000

 

Modalità di partecipazione e di formazione delle graduatorie

Le domande di partecipazione devono essere presentate online alla Camera di Commercio dalle ore 10.00 del giorno 1 luglio 2019 fino alle ore 12,00 del giorno 12 settembre 2019.

Per entrambe le misure è prevista una procedura di valutazione amministrativa e tecnica. La valutazione verrà affidata ad un apposito comitato, composto da tecnici competenti sulle materie oggetto dei progetti.
È prevista una premialità per i progetti che adottano pratiche di Ricerca e Innovazione Responsabile (RRI), o che sono coerenti con i principi dell'economia circolare.

Clicca qui per maggiori informazioni sui documenti