Torna su

 

 

 

 

Aliexpress: cos’è e come funziona la piattaforma BtoC di Alibaba, che sfida Amazon

15 luglio 2019
di lettura

Aliexpress è nato per vendere i prodotti cinesi ai consumatori di tutto il mondo. Ha un’infinita scelta di articoli, prezzi vantaggiosi, la spedizione quasi sempre gratuita e da maggio 2019 è aperto anche ai venditori italiani.

Cos’è Aliexpress

Aliexpress.com è il marketplace del gruppo Alibaba dedicato al BtoC. Lanciato nel 2010, si rivolgeva inizialmente a un pubblico BtoB, ma ha cambiato presto prospettiva scegliendo di rivolgersi a una clientela di consumer, proponendo una gamma vastissima di prodotti a prezzi molto convenienti.

È una piattaforma e-commerce, consultabile anche da mobile, sulla quale si possono acquistare migliaia di prodotti cinesi che appartengono a quasi tutte le categorie, ad esclusione di quelle alimentari per i quali in Europa è prevista una normativa molto rigida. Per tutti gli altri articoli, l’offerta si è adeguata nel tempo sempre più al gusto occidentale.

Aliexpress è un marketplace puro che funziona da vetrina per un elevato numero di piccoli produttori cinesi indipendenti che vendono i propri articoli direttamente ai consumatori finali, nel mondo. Si rivolge unicamente ai consumatori stranieri, infatti i clienti cinesi residenti in Cina non possono collegarsi alla piattaforma. Aliexpress ottiene il suo maggior successo in Russia, Brasile, Stati Uniti e Spagna.

Aliexpress ha lanciato, in occasione del Netcomm Forum 2019, l’apertura ai venditori italiani, diventando di fatto, il primo grande competitor per Amazon. I venditori italiani possono aprire il loro e-commerce su Aliexpress senza alcun costo di registrazione. Ai venditori verranno addebitate solo le commissioni sulle vendite, in base alla categoria dei prodotti, con percentuali che vanno dal 5% all’8%.

Come funziona Aliexpress

I prodotti su Aliexpress non possono essere acquistati all’ingrosso (esiste un limite massimo di 100 articoli) perché non sono pensati per essere rivenduti, in quanto spesso non possiedono le certificazioni necessarie previste dall’Unione Europea, perché i maggior mercati di Aliexpress sono la Russia e il Brasile che non richiedono certificazioni altrettanto severe. È importante quindi, prima di acquistare, verificare che i prodotti abbiano il marchio CEE (giocattoli, ricambi per auto e moto ecc.) il marchio RoHS (prodotti di elettronica, orologi da polso ecc.) o il marchio REACH (prodotti di bellezza, plastiche ecc.) altrimenti si rischia che gli articoli vengano bloccati alla dogana. Inoltre, i prodotti non possono essere personalizzati con marchi, ma vanno acquistati così come sono.

Cliccando sul prodotto si apre una scheda prodotto molto dettagliata e corredata di foto, che descrive accuratamente l’articolo oltre a indicare il prezzo d’acquisto e i tempi di spedizione. A sinistra della scheda, viene visualizzato il nome del negozio con il rating del venditore, e talvolta simboli a forma di coccarda (che indicano una buona reputazione), di diamanti (che segnalano una reputazione molto buona) o di corone (per i venditori con una reputazione eccellente). Conviene quindi acquistare dai venditori che hanno feedback positivi oltre l’85% e sono aperti da più tempo. Aliexpress si impegna a proteggere il compratore in caso di problemi, e punisce i venditori che non rispettano le regole chiudendo lo shop. Se acquistando un prodotto sorgono dei dubbi, si può contattare direttamente il seller per farsi dare tutte le riposte riguardo all’articolo. I prodotti che esibiscono il marchio Money Back, che certifica l’autenticità del prodotto, sono i più affidabili, anche perché se il simbolo viene esibito senza averne titolo Aliexpress può chiudere lo shop del venditore disonesto.

Per i prodotti spediti dalla Cina i tempi di consegna sono piuttosto lunghi e molti prodotti vengono offerti con la spedizione gratuita. La spedizione si può tracciare direttamente dal sito oppure tramite il numero di tracking, se rilasciato dai venditori. Prima di 35 giorni non bisogna preoccuparsi se il prodotto non arriva.

Su AliExpress si può pagare tramite le principali carte di credito, comprese le carte prepagate, con PayPal, Alipay, Western Union o con i bonifici bancari. Per spese superiori ai 22 euro, la dogana può effettuare dei controlli e applicare i dazi doganali e l’adeguamento all’IVA. Va quindi calcolato circa il 30% in più dell’importo visualizzato sul sito. Se si desiderano acquistare più prodotti, conviene farlo con spedizioni singole, in modo che ciascun ordine se possibile non superi i 22 euro e non sia troppo voluminoso, in modo da evitare i dazi doganali. Quando si fa un acquisto, AliExpress trattiene il denaro fino alla consegna del prodotto a casa, e farà avere il denaro al venditore solo dopo la conferma dell’acquirente di aver ricevuto l’acquisto. Per questo conviene utilizzare i pagamenti elettronici invece del bonifico bancario: in questo caso infatti il venditore riceve il denaro subito e Aliexpress non può intermediare la vendita.

Se il prodotto arriva difettoso, si può ricontattare il venditore per farselo sostituire gratuitamente. Di solito è facile accordarsi, perché i venditori non vogliono che Aliexpress intervenga in seguito a un reclamo ufficiale, temendo di veder chiudere il proprio shop.