Torna su

 

 

Digita il paese, il settore, il prodotto o l'argomento di tuo interesse per trovare aggiornamenti sul mondo dell'export digitale, informazioni relative ai principali marketplace, dati di mercato ed eventi.

 

 

Ambito: Marketplace

Houzz, il marketplace per l’HomeDesign e i professionisti del settore

10 aprile 2019
di lettura

Houzz, il marketplace dedicato all’arredamento, ai servizi, alla ristrutturazione e a tutto quanto riguarda la casa, dove i professionisti incontrano i privati, rispondono alle loro domande, propongono soluzioni e trovano clienti.

Houzz è il primo marketplace esclusivamente dedicato all’arredamento, dove i professionisti del settore possono offrire il loro servizi e vendere i loro prodotti. Houzz è nato gli USA nel 2009, e successivamente ha aperto siti locali in Australia, Regno Unito, Germania, Francia, Russia, Giappone, Italia, Spagna, Danimarca, Svezia, Irlanda, Singapore, Nuova Zelanda, India. Oggi ha una community di oltre 40 milioni di utenti nel mondo.

Houzz è nato come magazine online dall’idea dei fondatori che, trovandosi a dover ristrutturare la loro casa, hanno immaginato che sarebbe stato molto comodo e utile poter archiviare tutte le immagini di loro interesse in un unico luogo: un immenso archivio con migliaia di soluzioni e di professionisti tra cui scegliere.

Come funziona Houzz

Houzz mette in contatto il mondo dei professionisti dell’arredamento, dell’architettura e della ristrutturazioni con gli utenti privati. Il professionista che si registra può presentare la propria attività e inserire i suoi progetti in un portfolio sempre disponibile per i clienti.

Gli utenti, a loro volta, possono trovare spunti e immagini a cui ispirarsi, navigando nelle varie categorie. Possono cercare immagini di ambienti precisi (salotti, camere, cucine, bagni, giardini, ecc.) oppure di stili di arredamento, e con i filtri possono selezionare le misure degli ambienti o il budget a loro disposizione per visualizzare solo le foto più adatte alle proprie esigenze. Sul Magazine di Houzz la redazione propone inoltre articoli interessanti su temi trasversali, di interesse generale. 

Le immagini preferite vengono raccolte dagli utenti e dai professionisti negli Ideabooks, vere e proprie raccolte personalizzate di tutte le cose che hanno attratto la loro attenzione sul portale, e che possono essere condivise con amici e familiari con un invito mirato. Si possono aggiungere anche dei collaboratori che partecipino alla creazione del progetto (ad esempio, due coniugi possono lavorare in modo indipendente allo stesso Ideabook).

Stabilito il progetto, si possono poi cercare i professionisti a cui affidarlo tra migliaia di architetti, arredatori, imbianchini, palchettisti e così via, facendosi guidare dalle recensioni e scegliendoli in base alla propria zona. Si possono sottoporre al professionista le idee raccolte nell’Ideabook, e farsi aiutare nella selezione della soluzioni più adatte al proprio caso.

I professionisti, dopo essersi iscritti, possono migliorare la loro visibilità completando il proprio profilo e richiedendo recensioni ai clienti o ad altri professionisti con cui hanno collaborato. Per farsi notare, possono inoltre pubblicare articoli con i progetti portati a termine e le immagini del Prima e del Dopo, o rispondere alle domande che gli utenti pubblicano quotidianamente su Houzz.

Più si è attivi, più possibilità ci sono di venire contattati da possibili clienti. Houzz mette a disposizione del professionista anche un sito free personalizzabile per presentare meglio la propria attività. Ogni anno, la Community di Houzz assegna il riconoscimento Best of Houzz ai professionisti che hanno presentato i progetti più popolari e Best of Houzz Service ai professionisti più apprezzati dai clienti e con le migliori recensioni.

Houzz ha un marketplace simile a quello di Amazon, attualmente funzionante solo negli Stati Uniti. Le aziende italiane possono proporsi per vendere i propri prodotti solo se hanno magazzini sul territorio USA, per questioni di logistica e di dazi sulle importazioni. I professionisti possono pubblicare le foto e taggare i singoli oggetti linkandoli alla pagina prodotto, dove possono essere comprati.

I merchant presenti su Houzz pagano una fee mensile a seconda della visibilità scelta e una percentuale del 15% su tutte le vendite effettuate tramite la piattaforma. Il merchant deve gestire in autonomia la spedizione dei prodotti ai consumatori finali in quanto Houzz al momento, non offre servizi di logistica.

Houzz ha fatto grandi investimenti nella realtà aumentata e la sua App è considerata la migliore del mercato Home Design. Con la funzione “View in my room”, che funziona solo negli Stati Uniti, è possibile visualizzare tutti i prodotti presenti nel marketplace del sito all’interno di casa propria, inquadrando con il telefono lo spazio in cui si vorrebbe mettere il mobile o il complemento d’arredo.