Help Desk

Torna su

 

 

 

Il live streaming commerce

4 gennaio 2022
di lettura

Simile ai canali TV di shopping, il live streaming commerce o commercio in diretta streaming offre un’esperienza di acquisto interattiva in tempo reale coinvolgendo consumatori, celebrità e Influencer.

In occasione di un sondaggio condotto da Wyzowl a dicembre 2020 tra i professionisti del marketing in tutto il mondo, il 70% degli intervistati ha dichiarato di utilizzare i video su Facebook per scopi di marketingYouTube è stata la piattaforma più comunemente utilizzata, citata dall’89% degli intervistati. TikTok, invece, è stato utilizzato da 1 marketer su 5. I video su LinkedIn e su Instagram hanno trovato riscontro da circa il 60% della platea, mentre per quanto riguarda i webinar poco più di un intervistato su due ha utilizzato questo format per scopi di marketing. Circa il 30% dei marketer intervistati si serve di Twitter, delle dirette su Facebook e di Instagram TV. Quasi un intervistato su 4 utilizza i video interattivi, mentre i video 360 e la realtà virtuale si attestano entrambi al 12%. Infine, solo il 6% utilizza Snapchat per motivi di marketing.

Fig. 1 Piattaforme video usate per scopi di marketing a livello globale a partire da dicembre 2020. Fonte: Report Live Commerce, Statista.

 

La diffusione geografica del live streaming commerce

Da prima a durante la pandemia legata al Covid-19, la quota di consumatori che hanno fatto acquisti tramite livestream è aumentata in media di 76 punti percentuali a livello mondiale, come dimostrano i dati rilevati da Astound Commerce. Tra le regioni incluse nello studio, l'Europa ha registrato la crescita più elevata in questo periodo, con acquirenti di livestream in aumento di 86 punti percentuali. Segue il Medio Oriente con +76% e il Nord America che ha registrato un picco di utilizzo di circa 68%. 

Secondo i dati ricavati da Censuswide, Wunderman Thompson e magazine media, nel 2021 l'interesse dei consumatori nei confronti del commercio livestream è stato più alto nella regione dell’Asia Pacifica che nel resto del mondo. Il 17% degli intervistati di questa regione, conosciuta con l’acronimo APAC, ha, infatti, dichiarato di essere spinto a fare shopping durante le dirette degli Influencer o le videochiamate con gli assistenti di vendita. Negli Emirati Arabi Uniti questa percentuale scende di un solo punto, mentre negli Stati Uniti trova riscontro nel 14% degli acquirenti. In America Latina l’interesse si ferma all’8%, mentre in Europa tocca solo il 5 %. In media, a livello globale si tratta dell’11% degli acquirenti online. 

Fig. 2 Interesse per il commercio in live streaming da parte degli acquirenti online di tutto il mondo a partire da aprile 2021, per regione. Fonte: Report Live Commerce, Statista.

 

Il punto di vista dei consumatori

Secondo un’indagine del 2021 di TikTok for Business, World Advertising Research Center e Publicis, circa l'84% degli utenti dei social media ritiene che i livestream offrano l'opportunità di acquistare collezioni ed edizioni limitate. Inoltre, l'80% degli intervistati ha evidenziato la convenienza di acquistare durante gli eventi live di shopping, mentre il 70% ha detto di preferire i livestream ad altri tipi di acquisti sui social media.

Nel 2020 GlobalWebIndex, eMarketer e LABS hanno condotto un sondaggio sull’abitudine degli utenti internet in India, Cina, Brasile e Stati Uniti di guardare i livestream degli Influencer e sulla loro propensione all’acquisto in diretta. Il 45% degli utenti di Internet in India ha dichiarato la frequente visualizzazione di livestream e ben l'83% si è detto propenso ad acquistare  i prodotti dagli Influencer che segue. Queste due percentuali in Cina sono rispettivamente del 29% e dell’80%, mentre in Brasile sono 23% e 79%. Infine, negli Stati Uniti solo il 17% degli utenti guarda le dirette degli Influencer, mentre il 70% ha dichiarato l’intenzione di acquisto durante il livestream.

In riferimento alle abitudini dei consumatori appartenenti alla Generazione Z e alla categoria dei Millenials, lo scorso anno Astound Commerce ha compiuto uno studio sulle tecnologie e sui servizi la cui popolarità è cambiata durante la pandemia legata al Covid-19. Se da un lato i metodi di pagamento contactless, l’acquisto tramite social media e siti web da mobile e la possibilità di acquistare subito e pagare in seguito hanno visto una crescita in queste due generazioni, dall’altro lato, invece, l'intenzione di fare acquisti tramite le app da mobile, al centro commerciale e via smart speaker è nettamente diminuita. In questo trend negativo rientra anche il calo nell’acquisto online con ritiro in negozio e lo shopping in diretta streaming.

Fig. 3 Cambiamento previsto nell'uso di tecnologie e servizi selezionati tra Generazione Z e millennials da prima a dopo la pandemia legata al Covid- 19 in tutto il mondo nel 2021. Fonte: Report Live Commerce, Statista.
 

 

Fonte: Report Live Commerce, Statista

Vuoi ricevere maggiori informazioni o consigli per la tua azienda?

Scopri il servizio gratuito DigIT Expert per aziende della provincia di Genova, Milano, Monza Brianza, Lodi, Modena, Perugia, Pisa, Ravenna, Terni, Udine.

Iscriviti a DigIT expert, fissa un appuntamento gratuito per confrontarti con un nostro esperto o poni un quesito scritto.

Vuoi analizzare le potenzialità online della tua azienda e migliorarle per vendere all'estero?

Scopri DigIT Test. Rispondi a una serie di domande che ci serviranno per inquadrare il tuo profilo e per fornirti informazioni utili a migliorare la tua presenza online.

Il servizio è gratuito e riservato alle aziende emiliano-romagnolelombarde, umbre e delle province di Caserta, Catanzaro, Cosenza, Genova, Pisa, Udine, Salerno. Inizia il tuo percorso