Torna su

 

 

 

Lo shop di Instagram

25 novembre 2020
di lettura

Instagram è uno dei social network, con Facebook e WhatsApp, più utilizzato al mondo, raggiungendo circa il miliardo di account attivi a livello mondiale. Instagram ha inserito, da luglio 2020, una nuova funzione: lo shopping online. Una modalità molto simile a quella di Facebook Shop, in cui tutti i profili potranno vendere prodotti direttamente tramite il social network.

Lo shop è stato pensato per le piccole e medie imprese che possono portare avanti la propria attività, trasformando il proprio profilo in una vetrina virtuale per poter vendere i prodotti con estrema facilità. 

Le persone possono visitare uno shop da un profilo aziendale o attraverso il feed e le storie. Possono poi visualizzare i prodotti, esplorare le raccolte e fare acquisti in tutta facilità. 

Gli utenti, cliccando sulla nuova icona a forma di borsetta, potranno sfogliare le selezioni dei propri brand e creator preferiti, filtrare per categorie e acquistare ciò che più preferiscono. Inoltre, Instagram Shop può proporre nuove raccolte e nuovi prodotti sulla base degli account seguiti o delle aziende che utilizzano questa nuova funzione.  

Regole per aprire il proprio shop su Instagram

  • Avere un profilo aziendale 
  • Rispettare le normative di Facebook sulla vendita 
  • Avere l’account business collegato ad una pagina Facebook

Come attivare Instagram Shopping 

1. Verifica dei requisiti

L’azienda può vendere solamente beni fisici e deve rispettare le normative di Facebook sulle vendite. Queste normative contengono l’elenco di prodotti vietati o non ammessi alla vendita. Inoltre, la pagina di Facebook non deve contenere limitazione in base a età o paese. 

2. Attivare account aziendale e collegarlo a Facebook

L’azienda deve possedere un account aziendale, utile sia per usufruire della funzione Shop, sia per poter consultare i dati statistici sui post pubblicati e sul pubblico interessato. Inoltre, con l’account aziendale è possibile inserire l’opzione Contatta, aggiungendo un contatto telefonico o una mail. Dopo questi passaggi, bisogna collegare l’account aziendale alla pagina di Facebook

3. Creare il catalogo prodotti

Esistono due modi per poter creare il catalogo prodotti: 

  • Inserire i prodotti in una vetrina: è la soluzione più semplice in caso di pochi prodotti presenti sul proprio e-commerce e in questo modo si può gestire la pagina in autonomia.
  • Inserire prodotti in catalogo: è la soluzione più avanzata e consente di gestire una serie di parametri aggiuntivi come la disponibilità o le inserzioni dinamiche. 

4. Abilitazione a Instagram Shopping 

Dopo aver completato tutti i passaggi precedenti, bisogna fare richiesta di attivazione: attraverso l’account Instagram, selezionare Impostazioni, Azienda ed infine Iscriviti a Shopping. Nella schermata successiva invece bisogna selezionare il catalogo da collegare. Instagram prenderà in analisi la richiesta e in pochi giorni abiliterà l’account.

5. Taggare i prodotti nei post

Una volta abilitato l’account, ha inizio il processo di tag dei prodotti nei propri post. Si possono taggare fino a 5 prodotti per ogni immagine o video, con un massimo di 20 prodotti per i post con più immagini. 

Il tag mostrerà nome e prezzo, cliccandoci gli utenti avranno accesso ad una pagina con più dettagli sul prodotto e con la possibilità di visitare lo shop online.  

6. Mettere adesivi di shopping nelle storie

I prodotti oltre ad essere taggati nei post foto o video, possono essere taggati nelle Stories, aggiungendo un adesivo con un link al prodotto. Dopo aver taggato almeno 8 prodotti, verrà attivato un nuovo tab nel profilo dove gli utenti potranno consultare l’elenco di tutti i prodotti taggati

Qualche esempio

Sono molti i brand che hanno cominciato ad utilizzare Instagram Shopping.

Un primo esempio sono Pomellato e Bulgari, famosi brand di gioielli. Pomellato utilizza questa nuova funzione da pochi mesi, applica i tag in modo tale che una volta aperti, i prodotti non sono nascosti. Bulgari invece, presente anche in questo caso da pochi mesi sullo Shop, inserisce i tag direttamente sui prodotti. 

Nel settore dello sport due esempi possono essere Adidas, che utilizza questa sezione per promuovere prodotti appena usciti negli store, e Puma, che al contrario, utilizza i tag per promuovere le nuovissime uscite. 

Nel campo della moda invece, quasi tutti i brand hanno cominciato ad usare Instagram Shopping. Alcuni esempi possono essere Zalando, Asos, Yoox e H&M, che taggano i propri prodotti in tutti i post pubblicati e spesso anche nelle storie. 

Conclusioni

Instagram Shopping è senza dubbio uno strumento utile per aiutare le aziende ad aumentare le vendite del proprio e-commerce

Per fare marketing in modo vincente bisognerà quindi integrare i tag shopping sia nei post che nelle storie, dando la possibilità di fornire agli utenti un link diretto per l’acquisto. Bisogna creare un’esperienza originale, cercando di raccontare il proprio prodotto in maniera convincente, così che si riesca a catturare l’interesse di più persone.  

Lucia Ravasio

Vuoi ricevere maggiori informazioni o consigli per la tua azienda?

Scopri il servizio gratuito DigIT Expert per aziende della provincia di Genova, Milano, Monza Brianza, Lodi, Modena, Udine e Ravenna.

Iscriviti a DigIT expert, fissa un appuntamento gratuito per confrontarti con un nostro esperto o poni un quesito scritto.

Vuoi analizzare le potenzialità online della tua azienda e migliorarle per vendere all'estero?

Scopri DigIT Test. Rispondi a una serie di domande che ci serviranno per inquadrare il tuo profilo e per fornirti informazioni utili a migliorare la tua presenza online.

Il servizio è gratuito e riservato alle aziende emiliano-romagnolelombarde, umbre e delle province di Caserta, Catanzaro, Cosenza, Genova, Pisa, Udine, Salerno. Inizia il tuo percorso