Torna su

 

 

 

Moda: le vendite online nel 2019 e i principali player globali

16 dicembre 2020
di lettura

Secondo il Report eCommerce Statista 2020, la moda è stata tra i protagonisti indiscussi del commercio elettronico mondiale nell’anno 2019.

Dall’analisi emerge che il settore è suddiviso in rivenditori multi-brand come Zalando e Zappos, shop di lusso come Net-A-Porter, rivenditori ordinari come H&M e Gap, negozi generalisti come Amazon, discount di abbigliamento come Boohoo e venditori diretti come Nike. Nel mercato di massa, negozi online ben noti e con una forte base clienti come Amazon e Asos offrono anche collezioni con il proprio marchio, con il duplice vantaggio della differenziazione rispetto ai competitor e di più elevati margini di profitto data l’assenza di intermediari.

Le categorie prese in esame nel Report sono in particolare l’abbigliamento, le calzature (escluse quelle sportive) e i prodotti per la cura delle scarpe e, infine, le borse e gli accessori, quali articoli in pelle, valigie, gioielli, cappelli, sciarpe e guanti. Tra queste, è l’abbigliamento ad aver raggiunto il maggior numero di vendite e si stima che il fatturato di questo segmento raggiungerà i 684 miliardi di dollari entro il 2025. I principali canali di vendita sono stati gli eCommerce multimarca come Asos, Nordstrom e Zappos e gli shop online di singoli rivenditori come Zara e Clarks, nonché i rivenditori specializzati come eBags nel caso di borse e accessori. 

A livello mondiale, la Cina ha registrato la maggiore crescita del settore, con un CAGR del 13,0% (Compound Annual Growth Rate – ovvero il tasso di crescita annuale composto), seguita dagli USA con il 9,9% e dall’Europa con l’8,4%. Secondo le previsioni, il mercato dell’eCommerce moda in Cina è destinato a crescere ulteriormente nei prossimi anni. Entro il 2023 la quota di fatturato dei negozi online di abbigliamento raggiungerà, infatti, il 58% e per il 2025 si stima che la maggior parte degli utenti globali del commercio elettronico nel segmento moda vivrà proprio in questa regione. 

In ambito europeo, il più grande mercato online della moda nel 2019 è stato il Regno Unito, con un fatturato di 27,8 miliardi di dollari, seguito dalla Germania con 19,1 miliardi di dollari, dalla Francia con 14,5 miliardi di dollari, dalla Spagna con 5,1 miliardi di dollari e infine dall’Italia con 4,6 miliardi di dollari.

I principali player mondiali attivi nel segmento moda 

A livello globale, Macys.com è il più grande rivenditore online specializzato in prodotti moda, con vendite generate quasi interamente negli Stati Uniti per un valore di 5,6 miliardi di dollari. Il 75% dei ricavi del negozio gestito da Macy’s Inc. deriva dal segmento moda, ma l’offerta copre anche altre categorie come mobili ed elettrodomestici, giocattoli, hobby e fai da te.

Al secondo posto si colloca Next.co.uk, il negozio online gestito da Next Plc. con ricavi per 2,2 miliardi di dollari generati principalmente nel Regno Unito, mentre solo una piccola parte delle vendite è rappresentata da altri Paesi come gli Stati Uniti. Per quanto riguarda la gamma di prodotti, dopo la moda che copre il 70% del fatturato, le altre categorie sono ancora una volta mobili, elettrodomestici, giocattoli, hobby e fai da te.

on vendite pari a 1,7 miliardi di dollari, Zalando.de si afferma al terzo posto della classifica dei maggiori player mondiali in ambito moda. Anche le vendite del negozio gestito da Zalando SE sono prettamente legate alla dimensione nazionale e si sono concluse quasi interamente in Germania. La quasi totalità del fatturato, ovvero il 96%, è legato alla categoria Moda, la restante parte si divide tra prodotti appartenenti alle categorie Giocattoli, Hobby e fai da te. 

Fig. 1 – Principali player attivi nel commercio elettronico di articoli moda nel 2019 - Fonte: Statista eCommerce Report 2020 – Statista

Tra i nuovi protagonisti del commercio online della moda vale la pena di menzionare la start-up britannica Intelistyle, che sfrutta l’Intelligenza Artificiale per fornire gratuitamente ai suoi utenti consigli altamente personalizzati basati su fattori quali il tipo di corporatura, la tonalità della pelle, dei capelli e il colore degli occhi, aprendo la strada ad una nuova esperienza di shopping. 

Questo servizio, che si differenzia da quello già offerto dai competitors per il fatto di non basarsi esclusivamente sugli acquisti passati degli utenti, può anche essere integrato all’interno dei siti eCommerce di altri rivenditori, dietro pagamento di una commissione per ogni articolo venduto. 

Fonte: eCommerce Report 2020 – Statista 

Vuoi ricevere maggiori informazioni o consigli per la tua azienda?

Scopri il servizio gratuito DigIT Expert per aziende della provincia di Cosenza, Genova, Milano, Monza Brianza, Lodi, Modena, Pordenone-Udine e Ravenna.

Iscriviti a DigIT expert e fissa un appuntamento gratuito per confrontarti con un nostro esperto.