Torna su

 

 

 

Soluzioni software e hardware per una migliore gestione della logistica

8 aprile 2021
di lettura

Per condurre un e-commerce di successo è necessario dotarsi di un sistema logistico molto efficiente. La logistica infatti consente di ottimizzare tempistiche e modalità di consegna, integrità del packaging etc., che sono fattori primari di valutazione del servizio da parte del cliente. Gli aspetti principali gestiti dalla logistica sono:stoccaggio della merce, spedizione, gestione dei resi, tracciamento dei pacchi.

Con l’esplosione degli acquisti via web dovuti ai lockdown da Covid-19, oggi più che mai per essere davvero competitivi online è indispensabile saper offrire un valore aggiunto nella gestione ordini, che può riguardare ad esempio:

  • Opzioni nuove e più sofisticate per la consegna e il ritiro dei prodotti.
  • Affidabilità nel tracciamento e rendicontazione.
  • Puntualità nella consegna.
  • Personalizzazione del servizio sulle esigenze specifiche dei consumatori (orario, luogo e modalità di ritiro).

Inoltre, una strategia logistica, soprattutto in ambito e-commerce, deve tener conto dell’irregolarità della domanda e dunque dei flussi, per la cui gestione ottimale è indispensabile anzitutto avere un magazzino ben organizzato (inventario sempre aggiornato, assortimento degli articoli, sistema di prelievo efficiente, strumenti innovativi di gestione degli ordini etc.).

Dal magazzino all’ordine d’acquisto

La distribuzione degli ordini può rispondere a criteri di funzionalità, efficienza e rapidità, e la capacità di stoccaggio può essere sfruttata appieno, solo a fronte di una perfetta organizzazione del magazzino, che consiste principalmente in:

  • Mappare precisamente gli spazi.
  • Individuare le merci da spingere in vendita, in base all’indice di rotazione dei prodotti.
  • Analizzare il modello di allocazione degli articoli.
  • Controllare quantità e qualità dei beni in entrata e in uscita.

Avere un magazzino organizzato significa anche saper gestire la ricezione delle merci in arrivo dai fornitori. L’entrata di nuova merce va anzitutto programmata e coordinata con il resto dei processi legati alla supply chain ed è essenziale mettere in opera alcune procedure, come:

  • Controllo e confronto tra liste dei colli e ordini d’acquisto.
  • Verifiche degli stati degli imballi.
  • Ispezioni dei prodotti,in caso di necessità.
  • Registrazione ed etichettatura della merce.

Un magazzino ordinato, tracciabile ed efficiente è il presupposto per riuscire a evadere gli ordini d’acquisto in minor tempo, con minori costi e con la massima soddisfazione del cliente. Per inciso, è a questo punto che i flussi di prodotto, come la movimentazione e la spedizione, iniziano a integrarsi con i servizi di customer care e di assistenza post-vendita. Una richiesta d’acquisto coinvolge diverse fasi:

  • Sapere dove è stoccato il bene acquistato.
  • Prelevarlo.
  • Imballarlo.
  • Etichettarlo.

In particolare, il prelievo degli ordini (sia manuale che robotizzato) richiede una gestione oculata al fine di ridurre al massimo i tempi di spostamento all’interno del magazzino e per tale motivo è utile ricorrere ad esempio a strategie di accorpamento prelievi per settore, tipologia di merce etc., unitamente alla schedulazione dei percorsi ottimali.

Fortunatamente, oggi esistono sempre più soluzioni tecnologiche che facilitano notevolmente la gestione di ciascuna delle fasi ora descritte. Vi sono ad esempio startup di recente fondazione che sviluppano software per l’inventario e la gestione di scorte e ordini, come AiDock, INLT (acquisita recentemente da Amazon), Qopius (aquisita da Trax) e Shipamax. Oppure software che restituiscono visibilità in tempo reale sulla catena di fornitura, sviluppati da BlockFreight (basato su tecnologia blockchain), HUUB, (dedicato al settore della moda) e Synfioo. O anche software per l’interfaccia con i robot impiegati in magazzino, come quelli di SVT Robotics e Synaos.

Sul fronte hardware, invece, si possono qui ricordare alcune startup che offrono soluzioni robotiche per il movimento merce in-house: Covariant AI, iFollow e Locus robotics. Inoltre, esempi di opzioni innovative per il packaging sono Lightning Technologies, Paxafe  (interessante startup di packaging intelligente) e Transcend Packaging.

Il cuore della logistica e-commerce: spedizione, tracciamento, resi

Per la spedizione, i reparti di logistica si avvalgono della collaborazione di più corrieri, scelti di volta in volta in base a vari fattori, come dimensioni dei pacchi, destinazione finale, tempi di consegna richiesti etc. Nel dettaglio, al logistica ha il compito di:

  • Raggruppare merci provenienti da diverse aree del magazzino e ordinare in modo ottimizzato la lista delle consegne,sulla base di tipo di merce, tragitto, tipo di veicolo, cliente, priorità etc.
  • Assegnare i trasportisti e gestire i tempi di ritiro degli articoli.
  • Controllare i documenti dei prodotti e quelli per i trasportisti.
  • Verificare peso e volume dei colli.
  • Caricare i pacchi sui veicoli.

Questi aspetti diventano ancora più articolati se nell’operazione di recapito sono coinvolti veicoli a guida autonoma, come ad esempio i droni. Per questo motivo è senz’altro essenziale avere un buon servizio di tracciamento delle merci in transito, che consenta all’azienda e al cliente di seguire in tempo reale il pacco nel suo percorso dal magazzino alla destinazione finale. Un aspetto rilevante in questo ambito è l’automatizzazione degli aggiornamenti sugli spostamenti. Uno strumento utile sul fronte cliente potrebbe essere un servizio di email tracking, come ad esempio Sendcloud, che può essere impiegato anche in chiave marketing qualora si inseriscano nei messaggi suggerimenti di prodotti, pubblicità, offerte etc.

Aspetto non secondario di un acquisto via e-commerce è la possibilità di restituire al venditore un prodotto che non piace o non va bene. Questo è senz’altro un valore aggiunto dell’offerta di vendita, che diventa ancora più rilevante se il mercato di riferimento è extra nazionale. Infatti, i siti di shopping online che adottano buone politiche di reso tendono a essere premiati anche dai consumatori esteri. Tuttavia, la gestione dei resi è un’operazione complessa per le aziende, che devono:

  • Registrare i resi e le loro motivazioni.
  • Automatizzare la procedura.
  • Fornire analitiche dettagliate relative ai resi.
  • Ottimizzare l’elaborazione dei ritorni a magazzino, per esempio con raggruppamento di articolo per fornitore e/o insegna.

Pertanto, la logistica inversa va considerata a tutti gli effetti come una fase operativa del magazzino. Destinando un’area a questa attività, il recupero merce potrà essere svolto in sicurezza e in tempi brevi, senza danneggiare l’immagine del prodotto e/o dell’azienda e senza pesare troppo sull’efficienza del sistema.

Anche in questo ambiti specifici, oggi troviamo startup molto dinamiche e innovative che realizzano software e hardware utili a velocizzare e facilitare la gestione. Ad esempio, nel campo dei software per la gestione delle flotte, si possono segnalare Avision (specializzata in gestione droni), Sawatch Labs e TruckMap (dedicata a furgoni e camion). OceanOPS (per gli spostamenti navali) e Urbantz offrono invece soluzioni avanzate di gestione dei trasporti che consentono di integrare, in un’unica interfaccia, tutte le informazioni relative a diversi corrieri e flotte. Mentre per i veicoli a guida autonoma, ricordiamo i software di Aurora e Autobon.

Passando al lato hardware, una tecnologia sempre più coinvolta nella logistica in-house, e saltuariamente anche in consegna, è quella dei droni. Startup innovative che sviluppano questi prodotti sono, ad esempio, Gather AI e Wingcopter. Relativamente ai veicoli autonomi per le consegne a domicilio, da tenere d’occhio Einride, Nuro e TuSimple. Mentre Hyliion produce camion elettrici e Nüwiel rimorchi elettrici per biciclette, adatti per percorrere ecologicamente l’ultimo miglio in città. Altre tecnologie interessanti riguardano le cassette delle lettere smart, progettate espressamente per le consegne e-commerce, in grado di connettersi con il corriere. Si vedano ad esempio le tipologie realizzate da BoxLock e Valqari.

Per finire, i Big Data

Da ultimo, merita ricordare la centralità dell’analisi dei Big Data come elemento strategico per lo sviluppo e ulteriore ottimizzazione dei tempi e processi nel settore della logistica. A tale proposito, acquisiranno maggiore competitività le aziende che sapranno munirsi di strumenti in grado di velocizzare la frequenza di acquisizione ed estrazione dei dati, aumentare il volume di dati processati a parità di tempo e ampliare tipologia e provenienza dei dati processati. Software innovativi in questo settore sono sviluppati da startup come Nautilus Lab (specializzata nel settore marittimo) e Noodle Analytics.
 

Vuoi ricevere maggiori informazioni o consigli per la tua azienda?

Scopri il servizio gratuito DigIT Expert per aziende della provincia di Genova, Milano, Monza Brianza, Lodi, Modena, Pordenone-Udine e Ravenna.

Iscriviti a DigIT expert e fissa un appuntamento gratuito per confrontarti con un nostro esperto.

Vuoi analizzare le potenzialità online della tua azienda e migliorarle per vendere all'estero?

Scopri DigIT Test. Rispondi a una serie di domande che ci serviranno per inquadrare il tuo profilo e per fornirti informazioni utili a migliorare la tua presenza online.

Il servizio è gratuito e riservato alle aziende delle province di Bergamo, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Genova, Milano Monza Brianza Lodi, Modena, Pisa, Perugia, Pordenone - Udine, Ravenna, Salerno. Inizia il tuo percorso