Torna su

 

 

Digita il paese, il settore, il prodotto o l'argomento di tuo interesse per trovare aggiornamenti sul mondo dell'export digitale, informazioni relative ai principali marketplace, dati di mercato ed eventi.

 

 

Ambito: Marketplace

Vendere ed esportare con eBay

26 febbraio 2019
di lettura

eBay è un marketplace puro: gli utenti di tutto il mondo possono vendere i loro prodotti ovunque, sia come privati che come venditori professionali.

eBay nasce nel 1995 dall’intuizione di un programmatore di origini iraniane Pierre Omidyar che inizialmente voleva creare un portale di aste online dedicato a chi voleva "disfarsi" di oggetti che non gli servivano più, vendendoli al miglior offerente. Si caricava la foto dell’articolo sul sito, si impostava un prezzo di partenza e gli utenti interessati facevano il resto, pubblicando le loro offerte fino al prezzo finale. Il sito inizialmente si chiamava AuctionWeb e diventa eBay solo nel 1997.

All’idea originale delle aste online si associa un’altra grande idea, quella cioè di pubblicare il rating del venditore, in modo da rassicurare gli utenti sulla serietà dei seller.

Un’altra grande rivoluzione eBay l’ha fatta creando la piattaforma per i pagamenti Paypal, che ha dato luogo a una semplificazione fondamentale: gli utenti che acquistano con Paypal lasciano i dati per il pagamento una sola volta sul sito della piattaforma, e non devono caricare i dati della loro carta di credito su ogni sito su cui effettuano un acquisto, con il doppio vantaggio di sentirsi più protetti nel momento più delicato del percorso di acquisto e di accelerare la procedura.

Oggi su eBay è possibile vendere beni sia a prezzo fisso che all’asta. Gli esercenti di eBay possono essere sia privati che professionisti e vendere sui siti internazionali di eBay in Austria, Germania, Irlanda, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Spagna, Svizzera, Australia, Canada e Stati Uniti.

Tramite eBay si possono perciò esportare i prodotti italiani sui principali mercati di riferimento per il nostro export come Germania, Francia, Regno Unito e Stati Uniti.

Come funziona eBay

La maggior parte degli ordini vengono effettuati con il tasto “compralo subito”, lasciando le aste online in secondo piano. Anche graficamente eBay ha cambiato aspetto, andando incontro alle esigenze dei consumatori con un layout più simile alle bacheche di Pinterest, per una navigazione più facile, divertente e personale. Nelle intenzioni di eBay l’utente va guidato nella ricerca del prodotto in modo non invadente, con una navigazione più autentica e naturale e con momenti di vera ispirazione che conducono all’acquisto.

I venditori possono scegliere tra quattro formule differenti di iscrizione dall’account gratuito per chi ha solo pochi oggetti da vendere, all’account Premium Plus per i venditori professionali con un catalogo molto vasto (con prezzi per i venditori italiani che vanno da 0 a 149,5 euro al mese + IVA).

Chi ha l’account gratuito, paga un costo di pochi centesimi a inserzione e la commissione per le vendite effettuate. Sulle vendite sono previste delle commissioni a seconda della categoria dei prodotti, che vengono applicate al prezzo finale, comprensivo di spese di spedizione (anche qui parliamo di percentuali cha vanno dal 4,3 all’8,7%).

I venditori possono creare su eBay un proprio negozio, con le informazioni per gli utenti, il logo e i prodotti in vendita, che gli utenti possono visitare se sono interessati ad acquistare altri prodotti dallo stesso esercente.

Gli acquirenti possono contattare il venditore prima, durante e dopo la vendita facendo domande riguardo a inserzioni, prodotto o spedizioni, a cui i venditori possono rispondere personalmente o con risposte predefinite e automatiche. Se gli acquirenti sono soddisfatti dell’assistenza sono più propensi a lasciare feedback positivi che sono fondamentali se si vuole continuare a vendere su eBay con successo.

Dopo i primi dieci feedback, i venditori ricevono delle stelle di colore diverso a seconda del punteggio ottenuto, dalla stella gialla (da 10 a 49 punti) alla stella cadente d’argento (oltre il milione di punti). I feedback valgono un punto in più se positivi e uno in meno se negativi.

I venditori con un account Paypal ricevono il pagamento immediato senza dover attendere assegni o vaglia postali.

I prezzi per i venditori cambiano a seconda del sito su cui si iscrivono: il .com, ad esempio, ha prezzi differenti dal punto it.

Chi apre il proprio negozio su eBay.it può accedere alle vendite internazionali: l’unico requisito richiesto è l’account Paypal verificato. I venditori che scelgono di vendere all’estero, possono variare il prezzo dell’oggetto, i prezzi delle spese di spedizione per i vari mercati, adattare la lingua e scegliere su quale dei 13 negozi internazionali di eBay essere visibili.

I venditori residenti in Italia, iscritti a un Negozio Premium o Premium Plus possono beneficiare delle tariffe ridotte per le inserzioni sui siti internazionali (inserzioni a 30 giorni e senza scadenza). La quantità degli oggetti che si possono mettere in vendita su tali siti senza pagare la tariffa d'inserzione varia da un mercato all'altro.