Torna su

 

 

 

 

Ambito: Social Media

Weibo: il social preferito dai Key Opinion Leader

18 giugno 2019
di lettura

Quando si parla di digital in Cina si pensa subito a WeChat, ma i canali social da tenere in considerazione sono anche altri. Tra tutti Weibo, specialmente se ci si pone l'obiettivo di generare brand awareness.

Per presentare Weibo e il suo potenziale potrebbero bastare i numeri: 462 milioni di utenti attivi al mese, 68 mila post pubblicati al minuto e oltre 2 miliardi di visualizzazioni video al giorno.

Weibo è un mix di Facebook, Instagram e Twitter. Come logica alla base è simile a Twitter, dato che si possono postare contenuti con una lunghezza massima di testo e impostare #hashtag per condividere e seguire argomenti specifici. Ma rispetto alla piattaforma americana offre maggiori potenzialità:

  • permette di creare microblog, sondaggi
  • condividere contemporaneamente più foto e video
  • permette a tutti gli utenti - anche se non registrati - di leggere ogni tipo di notizia.

Grazie alla sezione “hot” gli utenti possono restare aggiornati sui trend del momento (come su Twitter). Tanto che la stessa piattaforma offre la possibilità alle aziende di comprare le parole chiave in modo da risultare nelle prime posizioni delle ricerche. Come avviene sui motori di ricerca… E permette di integrare link diretti a eventuali “store online” sui marketplace del gruppo Alibaba come Tmall e Taobao, oppure i video di Youku, l’equivalente cinese di Youtube.

Dare voce ai Key Opinion Leader

Tutte queste caratteristiche fanno sì che Weibo sia una delle piattaforme più adatte per generare Brand Awareness. Non a caso è il social network preferito da celebrità e Key Opinion Leader, dato che permette di avere una comunicazione “one to many”. Per intenderci, come sul “nostro” Instagram un’azienda può aprire una pagina pubblica e gli utenti possono restare facilmente aggiornati sulle novità del Brand che appaiono nel newsfeed oppure seguendo un #hashtag dedicato.

E’ bene ricordare che in una società collettivista come quella cinese, il parere di “esperti” e il consenso sociale si riflettono anche nei comportamenti di acquisto dei consumatori. Per questa ragione Influencer e Key Opinion Leader sono fondamentali nelle strategie di un brand. Figure che trovano proprio in Weibo uno dei canali privilegiati per raccontare e promuovere un brand o prodotto.

Meglio WeChat o Weibo?

Come dicevamo in apertura, quando si parla del mondo digital in Cina si pensa subito a WeChat, dato che la App di Tencent è utilizzata quotidianamente da oltre 800 milioni di persone. E’ interessante però notare che nell’ultimo anno e mezzo il numero di utenti su Weibo è cresciuto più rapidamente e il tempo passato dagli utenti online su questa App è passato dal 2,9% del 2017 al 3,6% del 2018. Un trend dato in crescita anche per il 2019… Chiaro segno che quando un utente cinese cerca informazioni e vuole essere aggiornato sugli “hot topics”, trova ancora oggi in Weibo una piattaforma di riferimento.

Va precisato che WeChat resta in assoluto la App più utilizzata dai cinesi, ma nel 2018 la sua quota di utilizzo (in termini di tempo) si è ridotta dal 54% al 47%, a vantaggio anche di piattaforme social più recenti come Douyin.

A questo punto potrebbe sorgere la domanda se sia più strategico investire WeChat o Weibo. La risposta è semplice: su entrambi, perché permettono di perseguire obiettivi differenti.

  • Grazie a una comunicazione “one to one”, WeChat è ottimale si vuole verticalizzare il messaggio e fidelizzare la community.
  • Weibo, invece, è preferibile per generare brand awareness o dare la maggiore visibilità possibile a eventi o promozioni.

Semplificando, si potrebbe dire che Weibo può generare un grande contributo nella fase iniziale di posizionamento del brand/prodotto e nella costruzione della fan base. Senza dimenticare che nel corso del tempo resta uno strumento essenziale nelle mani di Influencer e KOL. Figure che un’attenta strategia di marketing e comunicazione in Cina dovrebbe prevedere.