Torna su

 

 

 

Wildberries, il marketplace leader di mercato in Russia

26 ottobre 2020
di lettura

Wildberries è il marketplace leader di mercato in Russia, che oggi sta tentando di espandersi in Europa dell’Est dove spera di diventare uno dei principali player europei.

Wildberries, è stato fondato nel 2004 da Tatyana Bakalchuk, un’insegnante di lingua inglese, madre di quattro figli, che durante il congedo di maternità ha avviato con l’aiuto del marito, tecnico informatico, un’attività di online retailing. Inizialmente, Tatyana ordinava prodotti di abbigliamento mamma-bimbo da un catalogo online tedesco, li riceveva in stock, li fotografa, li postava sul suo sito e li consegnava personalmente in ogni parte di Mosca utilizzando i mezzi pubblici. Nel giro di un anno, le vendite esplodono e Tatyana assume i primi dipendenti, iniziando anche a lavorare con i fornitori.

Ad oggi, Wildberries è sia un retailer che il primo marketplace generalista nella Federazione Russa, con 50mila marchi tra abbigliamento, scarpe, cosmetica, prodotti per la casa e per l’infanzia, elettronica, libri, gioielleria, food e molto altro. Processa 780mila ordini da circa 7 milioni di visitatori al giorno. Più dell’80% degli ordini viene consegnato il giorno successivo e i clienti abituali godono di offerte e vantaggi. Wilberries vende in Russia, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan, Armenia, Polonia, Slovacchia e Ucraina.

Opera sul mercato da 15 anni e si è classificato al primo posto nella classifica Forbes dei "Top 10 venditori di RuNet" alla fine del 2019. Secondo i dati dell'agenzia di analisi Data Insight, per il quarto anno consecutivo, Wildberries è il più grande negozio in Russia di vendite online. Nel primo trimestre del 2020, Wildberries ha guadagnato 75,3 miliardi, la crescita delle vendite rispetto allo stesso periodo del 2019 è stata del 95%. La società, in un comunicato stampa, ha affermato che il numero di ordini è raddoppiato e ammonta a 60,5 milioni.

Con 10.500 punti di raccolta e checkpoint, offre fino al 90% di sconto ai clienti abituali. Nell'agosto 2020, il numero di venditori è cresciuto di 3,5 volte rispetto ad agosto 2019. Circa un quinto dei nuovi fornitori sono lavoratori autonomi e il numero totale di venditori del sito a fine agosto era di 53,5mila, anche grazie alla semplificazione della procedura di registrazione sulla piattaforma online e alla diminuzione della commissione in alcune categorie al 5% (Ufficio Stampa WildBerries).

Tra i punti di forza di Wildberries, ci sono la consegna e il ritiro. I clienti che scelgono la consegna possono addirittura ricevere il proprio acquisto in giornata, e il corriere aspetta che il cliente provi il capo per poterlo rendere subito in caso non vada bene. Per i clienti che scelgono di ritirare il proprio acquisto, Wildberries ha strutturato i propri “pick up point” come negozi con veri e propri camerini di prova. Inoltre, Wildberries offre ai fornitori anche un potente strumento analitico con la capacità di gestire autonomamente i volumi di vendita.

Nel 2020, Wildberries ha avviato le vendite in Europa a partire da Polonia e Slovacchia. Con l’ingresso nel mercato polacco e slovacco, e l’apertura di un grande hub logistico in Solvacchia, Wildberries prevede di diventare uno dei più importanti player del mercato dell’Europa orientale. 

Per diventare un partner Wildberries, è necessario compilare il modulo di registrazione iniziale e inviare una domanda sul portale di registrazione del fornitore. Di solito viene considerato entro tre giorni, ma il processo può essere ritardato. Wildberries offre inoltre un corso di formazione gratuito per imparare a usare correttamente la piattaforma.

Vuoi ricevere maggiori informazioni o consigli per la tua azienda?

Scopri il servizio gratuito DigIT Expert per aziende della provincia di Caserta, Genova, Milano, Monza Brianza, Lodi, Modena, Pordenone-Udine e Ravenna.

Iscriviti a DigIT expert e fissa un appuntamento gratuito per confrontarti con un nostro esperto.